Dopo tutte queste citazioni penso ci venga spontaneo chiederci:

Ma di noi, dopo la morte, che cosa rimarrà?

Prima di rispondere a questa domanda, vorrei dire subito che è proprio con la morte, grazie alla morte , che cade il “muro” che ci impedisce di cogliere l’Aldilà; solo allora siamo in grado di “ vederlo così come Egli è”. Per il momento, finché siamo su questa terra, all’Aldilà ci possiamo solo credere, per fede. Infatti S. Paolo afferma:

Finché abitiamo nel corpo,
siamo in esilio, lontano dal Signore,
camminiamo nella fede e non ancora in visione.[8]

* Ma la fede che cos’è?

Al posto di una risposta teorica, preferisco raccontare un’esperienza che ho vissuto l’estate scorsa e che mi ha lasciato un bellissimo ricordo.

946

Un mio vecchio compagno di scuola e amico d’infanzia, e tuttora amico, anche se lontano, Rino Colusso, durante il suo soggiorno in Italia (dopo circa 50 anni d’Australia ), ogni tanto, tra un discorso o ricordo e l’altro, mi diceva con molta spontaneità e profonda convinzione: – Qualcossa ghe xe (qualcosa c’è)-. Penso che a ciò lui sia arrivato dopo un lungo periodo di prova e anche di “sofferenza” (così mi è sembrato di capire).Secondo me, questa è la fede, che ci fa vedere le cose, le persone e anche noi stessi con altri occhi, ci rende più buoni e disponibili e c’infonde tanta serenità e voglia di vivere… Grazie Rino!

[8] II Lettera ai Corinti, 5,6-7

« Pagina 3 Pagina 5 »
Nessun tag per questo post.

Chi siamo

VANGELO E ZEN - associazione culturale
Luciano Mazzocchi sx via Achille Grandi, 41 20832 - DESIO MB T. 0362.300350/338.1011101
E' una comunità di dialogo fra cristianesimo e buddismo che si fonda sulla certezza che il valore custodito dallo Zen e il valore annunciato dal Vangelo si illuminano e si ravvivano a vicenda, senza pregiudizi.

Webmaster: piero@vangeloezen.org

Cliccare per vedere come arrivare alla sede della comunità.

Commenti recenti