• L’urlo muto di quei volti…

    I soldati ucraini, dopo aver combattuto arduamente per difendere l’indipendenza della patria, si consegnano ai soldati invasori. Questi, dal bunker dell’acciaieria Azvostal, su barelle, li trasferiscono in zona occupata dall’armata russa, quindi dominata dall’esercito nemico....

  • Un fantasma non ha carne e ossa…

    La stella del mattino – cammino religioso Vangelo e ZenMilano, lunedì di Pasqua 2022   “Un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho” (Lc 24,39). Nella Pasqua anno 2022 che stiamo celebrando, queste parole di Gesù continuano a riverberarmi, straordinariamente cariche di...

  • I fiori di vuoto (Kuge) e la croce

    La stella del mattino – cammino religioso Vangelo e Zen Milano, 8 aprile 2022 I fiori di vuoto (Kuge) e la croce Quest’anno la liturgia della Settimana Santa si svolge avente sullo sfondo la Croce della sofferenza per la guerra in corso. Attorno alla croce reale di sofferenza di un popolo, di...

  • Ritiro del venerdì santo 15 aprile 2022

    Ritiro del venerdì santo 15 aprile 2022 (Carmelo Maria Assunta – Concenedo) “… lo spogliarono della porpora… ” (Mc 15,20) Il ritiro del venerdì santo sarà un sostare silenziosi davanti al mistero della croce che è intimo ad ogni vita, a questa mia vita, alla vita dei...

I soldati ucraini, dopo aver combattuto arduamente per difendere l’indipendenza della patria, si consegnano ai soldati invasori. Questi, dal bunker dell’acciaieria Azvostal, su barelle, li trasferiscono in zona occupata dall’armata russa, quindi dominata dall’esercito nemico. Dal volto muto e affranto dei soldati ucraini arresi...

La stella del mattino – cammino religioso Vangelo e ZenMilano, lunedì di Pasqua 2022   “Un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho” (Lc 24,39). Nella Pasqua anno 2022 che stiamo celebrando, queste parole di Gesù continuano a riverberarmi, straordinariamente cariche di verità e di attualità, meravigliato a me stesso...

La stella del mattino – cammino religioso Vangelo e Zen Milano, 8 aprile 2022 I fiori di vuoto (Kuge) e la croce Quest’anno la liturgia della Settimana Santa si svolge avente sullo sfondo la Croce della sofferenza per la guerra in corso. Attorno alla croce reale di sofferenza di un popolo, di due popoli, di tanti popoli, scorre una profusione...

Ritiro del venerdì santo 15 aprile 2022 (Carmelo Maria Assunta – Concenedo) “… lo spogliarono della porpora… ” (Mc 15,20) Il ritiro del venerdì santo sarà un sostare silenziosi davanti al mistero della croce che è intimo ad ogni vita, a questa mia vita, alla vita dei popoli, contemplando la croce di Gesù, croce-via...

La stella del mattino – cammino religioso Vangelo e Zen Milano, 25 marzo 2022 Sabato 19 marzo. Sul treno regionale che mi conduceva a Senigallia, Ancona, nella stazione di Bologna salì una folla di studenti che, presumo, dalla città metropolitana dove frequentavano l’università si stavano recando a casa, ovviamente con lo zaino gonfio di...

La poesia nella vita cristiana: il tremito tra il finito e l’infinito, testimonianza tenuta il 20 marzo 2022. Per accedervi seguire questo link Nessun tag per questo post.

Riprese del “Corso sulla morte improvvisa e la spiritualità dell’attimo” tenuto da P.Luciano Mazzocchi il 17 marzo 2022. Insieme è possibile prendere visione di queste slides con relativa spiegazione sotto. Nessun tag per questo post.

In questa settimana mi sono richieste due testimonianze on line: una sull’istante della morte con riferimento alla religiosità buddhista e una sulla poesia che emana dalla religiosità cristiana. La prima domanda è giunta da un gruppo di cammino del Movimento dei Focolari, la seconda dall’evento “Similitudini – Rivelatrice...

Venerdì 18 marzo, ore 16:30 a Padova presso la Casa dei Padri Comboniani in Via S. Giovanni di Verdara, 139 si terrà un incontro con p. Luciano Mazzocchi I tre tempi dell’incontro: – 16:30 -17:00 zazen – 17:15 – 18:30 eucaristia – 18:40 – 19:20 zazen È richiesto il certificato Green Pass in corso di validità. Sono...

“La fede è un comando dal proprio abisso interiore…” così scrivevo al termine dell’ultima (14 febbraio) lettera agli amici. La guerra in atto è un male abissale, e vari amici mi chiedono un approfondimento sull’abisso che è nell’uomo, che è l’uomo. Radicata in quell’abisso, la volontà dell’uomo,...