• La fede: il novantanove per cento è dubbio, l’un per cento è speranza

    La stella del mattino – cammino religioso Vangelo Zen Milano, 19 luglio 2020 Visualizza i commenti alla letteraDownload Durante la pausa covid, ho avuto il tempo per tradurre alcuni testi di Endō Shūsaku. Traducendo mi sono imbattuto in una espressione che mi è rimasta impressa. E’...

  • Il termine della legge è Cristo

    “τέλος γάρ νόμου Χριστός” In questi giorni ho fatto una scoperta, per me sorprendente, di un versetto del Nuovo Testamento che non conoscevo. L’avevo letto più volte, ma non lo cercavo, per cui quelle parole sfilavano mute davanti ai miei occhi disattenti....

  • Questo è il mio corpo dato…

    il corpo di Cristo In questi giorni tutti abbiamo conosciuto la preziosità del proprio corpo. A volte abbiamo conosciuto anche l’angoscia per la sua immunità. In questi giorni molti uomini e donne hanno continuato a svolgere la loro missione al servizio della salute di sorelle e fratelli...

  • … credo la comunione dei santi

    oltre il bene e il male Dal 2 giugno 1946, la nostra Italia è una repubblica. A compiere quella scelta tramite voto referendario, non furono solo i nostri padri e nonni, ma anche le nostre madri e nonne alle quali, per la prima volta nella storia, non fu negato l’originario diritto di partecipare...

…qualcuno incontrò la propria ombra… Alcuni amici mi hanno inviato la poesia che mi suggerisce il pensiero che condivido agli amici. E la gente rimase a casa e lesse libri e ascoltòe si riposò e fece esercizie fece arte e giocò e imparò nuovi modi di essere e si fermò e ascoltò più in profondità qualcuno meditava...

la comunione dei santi Carissimi, quando la notte è inoltrata, tutto invita al silenzio e al riposo, attendendo un domani che ci porti nuove migliori. Ma prima di stenderci sul nostro giaciglio, inginocchiamoci sul pavimento come l’uomo anziano dai capelli e barba bianchi che stasera Rai2 ci ha mostrato alla fine del TG delle 20:30. L’uomo...

…tra il tramonto e l’alba c’è la notte. In questi giorni tutti sperimentiamo l’impotenza di un tramonto che è in atto, irriversibile, e contemporaneamente tutti avvertiamo il sentore di un’alba che si preannuncia. Ma tra il tramonto e l’alba c’è la notte. Ed ora è notte! In questi giorni anch’io avevo preteso di scavalcare...

Il titolo “sull’orlo dell’impotenza, il sentore della libertà…” è mia libera traduzione di una espressione dello scrittore cattolico giapponese Endō Shūsaku (1923-1996), tra l’altro autore del romanzo Chinmoku, da cui la trama del film Silence di Scorsese. L’espressione giapponese suona così: muryoku yue ni sono sonzai wa...

Carissimi, ancora una lettera, “sull’orlo dell’impotenza, il sentore della libertà… 3”, ascoltando la richiesta di molti che mi chiedono, in questo momento di isolamento, di intensificare questo piccolo servizio, per loro prezioso. Le mie scuse a chi invece potesse risultare di disturbo. Vedi allegato. 1) 13 marzo....

Questa mattina, 8 marzo seconda domenica di quaresima, ho celebrato l’eucaristia in comunione con l’arcivescovo che celebrava nella basilica romana di Agliate. Sentivo, anche fisicamente, che in contemporanea eravamo lì, migliaia e migliaia di sorelle e fratelli nella fede, attorno all’altare di pietra abbracciato dalla concava abside di argilla....

Carissimi, la QUARESIMA di quest’anno ci è giunta inaspettata. Non ci chiede la Via Crucis per le vie della città, ma stando in casa. In certe occasioni il cammino è stare fermi… A una sola condizione: senza rimpianto. La decisione del governo emanata domenica 8 marzo, ci chiede una nuova chiara consapevolezza che, per quanto...

Milano, 6 marzo 2020 Oggi, un coinquilino mi ha invitato a conoscere un suo amico che gli aveva fatto visita. L’amico è lo scultore Pietro Coletta, già discepolo di Marino Marini e professore a Brera. Il discorso si animò subito quando gli chiesi se avesse conosciuto lo scultore giapponese Kenjirō Azuma, pure discepolo di Marini e professore...

Venerdì 21 febbraio. Caterina, una giovane che frequenta il corso di filosofia alla Statale, venuta alla sede Vangelo e Zen per offrire la sua prestazione volontaria al riordino della biblioteca, mi ha raccontato il sogno fatto nella notte. “Che vorrà dire?”, mi chiese. Non trovai la risposta, ma quel sogno mi ha accompagnato in questi giorni,...

… una gioia e una serenità infinita, con immenso amore… Il 30 gennaio mi recai a Trento per significare la mia vicinanza ad Alberto, un amico che 8 giorni prima era stato privato della compagnia della sua sposa Giusi, madre di quattro figli. “Giusi ha voluto morire nella sua casa, convinta che la morte è un momento fondamentale della...