mar 20 Apr 2010 Scritto da Pierinux AGGIUNGI COMMENTO

L’ESTETICA DEL SAPORE un’arte giapponese

TRIENNALE DI MILANO Sala Impluvium

24 aprile – 2 maggio 2010

Venerdì 23 aprile 2010 presso la Triennale di Milano sarà inaugurata la mostra “L’Estetica del sapore – un’arte giapponese” a cura della Fondazione Italia Giappone. L’esposizione sarà visibile fino al 2 maggio 2010 con il patrocinio del Comune di Milano, del Consolato Generale del Giappone a Milano e dell’Istituto Giapponese di Cultura in Roma.

La ricerca da parte dei giapponesi di una perfezione formale, tesa a creare l’inimitabile equilibrio di geometrie variabili presenti in natura, ha prodotto nei secoli un concetto di esperienza estetica che coinvolge tutti i sensi. Il bello è anche buono e odora di buono.

La cucina giapponese non è affidata solo alla creatività individuale ma si avvale di vere e proprie regole, condivise con l’ikebana e mutuate dalla filosofia zen. Armonia, semplicità, pulizia e purezza sono elementi imprescindibili da rispettare entro uno spazio limitato, in cui i vuoti rivestono un ruolo altrettanto significativo che i pieni.

E’ un’arte quotidiana in Giappone portare in tavola piccoli capolavori incorniciati da lacche rosse e nere, terrecotte grezze e delicati motivi floreali che trasmettono il senso e il gusto di una cultura millenaria.

La mostra è suddivisa in 12 sezioni, ognuna dedicata ad un aspetto della cucina giapponese, illustrate attraverso le immagini del fotografo specializzato nel food Shunji Okura, attraverso i mihon, le riproduzioni dei piatti nate come artigianato ed ora considerate una vera e propria forma d’arte iperrealista e con esempi dell’elegante vasellame e degli utensili tradizionali che mostrano a pieno l’unicità e la raffinatezza dell’universo estetico del Paese del Sol Levante. Una sezione speciale, curata dall’architetto Taro Ashihara, è dedicata ad oggetti legati alla cucina disegnati da famosi designers giapponesi.

In occasione dell’inaugurazione della mostra si potrà assistere alla tradizionale e coinvolgente cerimonia del Kagamiwari, che consiste nell’apertura di un barile di sake da parte dei rappresentanti delle istituzioni della città, con uno tsuchiya (grosso martello di legno) indossando il tipico happy coat.

Allegati:

Nessun tag per questo post.
categorie: Generali

Lascia una risposta

Devi essere autenticato per aggiungere un commento.

Chi siamo

VANGELO E ZEN - associazione culturale
Luciano Mazzocchi sx via Achille Grandi, 41 20832 - DESIO MB T. 0362.300350/338.1011101
E' una comunità di dialogo fra cristianesimo e buddismo che si fonda sulla certezza che il valore custodito dallo Zen e il valore annunciato dal Vangelo si illuminano e si ravvivano a vicenda, senza pregiudizi.

Webmaster: piero@vangeloezen.org

Cliccare per vedere come arrivare alla sede della comunità.

Commenti recenti